Restituita dal mare… Restituta | I segreti della Regina Isabella

Restituita dal mare… Restituta

Il vento africano soffia in queste giornate di maggio. Ad Ischia, in particolar modo nel comune di Lacco Ameno, questo mese ha una forte valenza simbolica. Una festa, un culto, una santa, una martire, il cui nome è Restituta.

L

La leggenda narra che Restituta, una donna probabilmente proveniente o da Cartagine o da Tenizia, durante il III secolo d. C. subì la persecuzione dell’imperatore Diocleziano per via della sua conversione al cattolicesimo. Fu espulsa dalla città di provenienza e venne caricata su di una barca “carica di stoppa, intrisa di resina e di pece ed in essa lasciata bruciare”. Ma la barca non bruciò il suo corpo, il quale esanime ed intatto approdò sulle sponde della spiaggia di San Montano, nella piccola baia di Lacco Ameno.

Una donna del posto di nome Lucina ebbe in sogno la visione di un angelo, il quale le raccontò tutta la storia della povera Restituta. La signora Lucina, presa da tanto fervore, si recò presso la spiaggia per donare una degna sepoltura al corpo della martire. E da allora cominciò a diffondere la storia della povera donna e venerarla, fino a tramandarla di bocca in bocca, di generazione in generazione.

santa_restituta_ischia

Ma la storia della Santa va oltre. Il nome Restituta, rievoca la sua venuta, fu restituita dal mare. Questa donna, a causa della sua forte fede, fu depredata della propria identità, messa a tacere con la privazione del contatto umano, in mezzo al mare su di una barca in fiamme. Ma nonostante tutto la sua storia ha fatto in modo che gli abitanti dell’isola che l’hanno accolta hanno riposto in questa sua personale devozione la propria fede.

A questa Santa Ischia è devota a tal punto da dare il nome alla propria progenie. Tante “Restituta” sono presenti sull’isola, tante persone hanno riposto in questa patrona la loro viscerale fede cattolica.

579562_3900593043114_1527812895_3199441_2124372223_n1

Da diverso tempo la celebrazione della Santa cade nel mese di maggio, il giorno 17, anche se i festeggiamenti cominciano prima e si prolungano fino al 18. Dal 1968 si inscena la storia vera e propria della povera Restituta. La processione in suo onore ha per centro la statua della Santa, con il seguito di fedeli e curiosi che popolano le strade di Lacco Ameno.

5

Interessante sapere che la Santa, ricoperta di oro, sia la rappresentazione vera e propria della forte devozione dei fedeli. Chi ha donato un pezzo del proprio “tesoro” personale per ricevere una grazia o per ringraziare di un miracolo ricevuto. La statua è intrisa di qualcosa che va al di la del semplice oro, è adornata con le lacrime dei fedeli, quelle di gioia, quelle di speranza che si sono trasformate in pegno di devozione.

Domenica 18 maggio l’Albergo della Regina Isabella organizza una cena gourmet con la compagnia dello spettacolo pirotecnico in onore della Festa di Santa Restituta. Affrettatevi a prenotare. Per info e prenotazioni: 0039 081 99 43 22.

header_17 - Copia

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter
Questa voce è stata pubblicata in Ischia - Eventi. Contrassegna il permalink.

Leave a Reply